Emergenza Ucraina: come donare con Croce Rossa Italiana

Share

La CRI ha lanciato una raccolta fondi per finanziare le attività a supporto della popolazione civile colpita dal conflitto e la gestione degli sfollati presenti in Ucraina e quelli che stanno cercando riparo nei paesi vicini. Fondi necessari per rispondere sia ai bisogni umanitari nel Paese, sia a quelli dei profughi che cercano asilo nei Paesi confinanti.

I primi aiuti concreti sono già arrivati: 4 tir carichi di derrate alimentari, coperte e trauma kit (farmaci generici, farmaci chirurgici, post-traumatici e per il trattamento di malattie non trasmissibili). I volontari della Croce Rossa Italiana sono partiti da Avezzano e li hanno consegnati ai colleghi della consorella ucraina a Chernivtsi.

Non solo. Insieme al Dipartimento di Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana ha portato 200 tende da campo, capaci di ospitare mille persone a Prochowice, in Polonia, punto di raccolta degli aiuti umanitari individuato dal meccanismo europeo

Alla Pagina https://cri.it/emergenzaucraina/ trovate gli aggiornamenti e le iniziative

 
Il nostro Comitato
Il nostro Comitato invita la popolazione a contribuire in prima battuta alle donazioni economiche attivate: le donazioni in denaro si tradurranno in aiuti più facili da gestire a livello logistico (poiché molti aiuti potranno così essere acquistati nei paesi vicini all’Ucraina, evitando onerosi trasporti e alimentando le economie locali). Tuttavia, sulla base delle richieste e disponibilità dei Sindaci del nostro territorio, è stato attivato quanto segue.
Raccolte
Al momento non sono stati richiesti generi alimentari o abbigliamento.
Abbiamo indetto una raccolta specifica di materiale di medicazione che è stata patrocinata dai tre comuni di nostra competenza (Opera, Locate e Rozzano) nella farmacie del territorio.
Si raccoglie solo materiale nuovo e solo tramite le farmacie aderenti.
La situazione è in continua evoluzione potranno seguire aggiornamenti
Share